Per una migliore esperienza, si prega di cambiare il browser in CHROME, FIREFOX, OPERA o Internet Explorer.
Il meglio di ISPO 2018 visto da Skiplace

Il meglio di ISPO 2018 visto da Skiplace

ISPO 2018 – MONACO

Siamo andati a toccare con mano le novità proposte dalle aziende per la stagione 2018/2019.

A ISPO 2018 non abbiamo notato nessuno stravolgimento tecnologico ( almeno sui Brand principali ) ma il denominatore comune che abbiamo percepito è sicuramente la qualità dei prodotti presenti.

Alcuni Brand hanno allargato la loro collezione con prodotti che vanno a completare il Set-up sci-scarpone-attacco, mentre altri hanno optato per soluzioni raffinate e dedicate ad articoli specifici.
Nonostante alcune aziende non abbiano partecipato ( Dynafit e Salomon/Atomic) e molte altre abbiano già presentato prima della fiera le proprie novità, riteniamo che andare a vedere con i propri occhi e toccare dal vivo, parlando con i costruttori e gli ideatori di alcuni progetti sia un valore indiscusso per chi come noi, ama i prodotti dedicati alla montagna e presenta al pubblico delle opinioni.
In questo articolo non troverete quindi una presentazione di tutte le aziende ma solo di quello che più ci hanno maggiormente impressionato, andando ad analizzare nello specifico i prodotti più interessanti con degli articoli dedicati ad essi con foto e video esplicativi.

SCOTT SPORT

A ISPO 2018 Scott presenta il suo nuovo zaino PATROL, un 30litri con sistema ALPRIDE E1 che gonfia i palloni grazie a un sistema di supercondensatori che rilasciano molta energia in poco tempo ( gonfiaggio in circa 3 secondi). I supercondensatori caricabili tramite usb, hanno anche una carica di riserva con classiche pile stilo che permettono uno scoppio di 2-6 volte in una giornata ( in base alla carica delle pile e al tipo). Peso di 2,8kg e prezzo di listino sui 1000 euro.

Qui sotto Matteo Boffi ( Scott Sport Italia ) ci presenta il nuovo zaino Scott Patrol 30 L ( Video Credit Andrea Sabbadin )

IL nuovo sci Speedguide 95 e il casco Couloir 2

Nuovo Scott Speedguide 95
Nuovo Scott Speedguide 95

Altra novità è il nuovo Speedguide 95, uno sci leggero ma con base larga per gite lunghe e concatenamenti invernali. Struttura  in paulonia+fibre di vetro e carbonio unidirezionale. Peso di 2.280 kg nella versione 178cm. Per quanto riguarda la categoria protezioni, interessante il nuovo casco Couloir 2 con doppia omologazione (scialpinismo + pista).

New Scott Couloir 2 con doppia omologazione

SKITRAB

Presentazione Skitrab Titan vario

L’azienda dei fratelli Trabucchi si conferma all’avanguardia con soluzione ingegneristiche di primo livello. Abbiamo approfondito assieme a Marco Colombo il funzionamento dell’attacco TITAN VARIO, al quale abbiamo dedidicato ampio spazio con un articolo e un video esplicativo.

Leggi QUI il nostro articolo completo su Skitrab Titan vario

K2 SKIS

I nuovi k2 wayback 80
I nuovi k2 wayback 80

Nuova gamma wayback con 4 modelli di cui due nuovi e due migliorati. Nasce il wayback 80, uno sci leggero e performante in stile fast&light ma con un’anima da K2. Peso inferiore ai 1000gr nella taglia 170 cm e 3 misure disponibili ( 163, 170 e 177cm) con il classico intaglio dedicato in punta per l’inserimento delle pelli.

Il wayback 88 e 96 rimangono invariati nelle misure ma non nella costruzione. Legno+strisce di carbonio longitudinale su tutta la lunghezza dello sci e titanal sotto al piede affusolato verso punta e coda. Rocker anteriore che va ad accentuarsi sui modelli più larghi sotto al piede e camber positivo sempre presente. Per ISPO 2018 k2 presenta il nuovo Wayback  106 che sostituisce le misure 104 e 114,  che scompaiono dalla linea insieme al pro model dedicato alla memoria di Coombs, che diventerà senza dubbio un pezzo ricercato come lo è ancora ancora oggi la prima serie Coomba da 102mm al centro senza rocker.

Puoi trovare la recensione completa e la prova dei nuovi Wayback 80 e Wayback 106 2019 QUI

Tutta la serie per la prima volta è stata creata e sviluppata in Europa e non oltreoceano da un forte team di guide alpine composta da:Gilles Sierro, Francesco Tremolada, Miles Smart e HansSolmssen.

BLACK CROWS

La ditta chamoniarda rinnova la sua arma da battaglia storica : il CORVUS. Le novità riguardano una nuova misura da 188cm sia per la versione freebird sia per quella classica. La gamma freebird rimane identica se non appunto per l’introduzione della nuova taglia mentre quello classico cambia e diventa a camber piatto e full rocker , quindi sia posteriore che anteriore, molto progressivo come lo era sui Cochise di Blizzard o i vecchi Katana della Volkl

Una   nuova  punta per i CAMOX FREEBIRD ( shape divisivo nella  prima versione )  e nei modelli Camox, Orb, Ova e Anima della linea freebird, le lamine si interrompono al punto di massima sciancratura della punta senza proseguire fino al suo termine.

La nuova punta dei Camox Freebird senza lamine
La nuova punta dei Camox Freebird senza lamine

SOLIS è un 100 al centro molto rigido e strutturato con delle punte molto allungati e dalla geometria particolare, pensato e studiato per lo sci ripido da Bruno Compagnet ed Enrico Mosetti. Forte presenza di metallo per strutturarlo e renderlo migliore su nevi dure, di lamine più grosse rispetto alla serie freebird e un camber quasi nullo per aumentare la maneggevolezza in canali. Non è ancora la versione definitiva questa, in quanto si sta lavorando ancora sulla struttura per alleggerirlo. Disponibile in due taglie 173 e 180 cm

Il nuovo Black Crows SOLIS , progettato per lo sci ripido da Bruno Compagnet ed Enrico Mosetti

KREUZSPITZE

Rampone ultraleggero Kreuzspitze con inserti pin tech

La piccola azienda trentina si ritaglia il suo importante spazio all’interno di ISPO2018 brevettando tre oggetti molto interessanti:

  • Un rampant adattabile a quasi tutti gli attacchi sul mercato e personalizzabile in larghezza.
  • Un rampone ultraleggero in alluminio che si monta direttamente sugli inserti “simil ” Dynafit
  • Uno skistopper adattabile a tutti gli attacchini inserendolo nel binario del rampant, rimovibile e montabile prima della discesa.

Grazie alle spiegazioni dell’ingegner Bruno Terragnolo abbiamo approfondito questi tre oggetti con un articolo dedicato.

Leggi QUI il nostro articolo completo su Kreuspitze

MARKER / VOLKL / DALBELLO

Marker presenta il nuovo attacco Alpinist del quale vi avevamo già parlato qui.

Presentazione Marker ALPINIST

Visto dal vivo sembra veramente ben fatto e il carbonio presente sul puntale fa si che la morsa delle due ganasce sia veramente solida durante il serraggio del punta dello scarpone.

Marker Alpinist 12
Marker Alpinist 12
Mantra M5 e la gamma freeride di Volkl

Volkl presenta il nuovo Mantra M5, rivoluzionando lo storico sci che nelle ultime 4 edizioni era full rocker e passa ora ad una struttura più pastosa, con un leggero ponte sotto al piede e più sciancrato del precedente modello. Invariati gli altri “membri” della gamma freeride ( Kanjo,Kendo e Confession). Disponibile il nuovo Mantra nella versione in carbonio V-WERKS che va a completarsi insieme al già storico Katana.

Abbiamo approfondito anche la questione Grip Walk che analizzeremo separatamente in un articolo dedicato ad essa.

TECNICA / BLIZZARD

La doppia chiusura della nuova linea di Tecnica zero g tour
La doppia chiusura della nuova linea di Tecnica zero g tour

Tecnica ha presentato la serie zero G tour. Un 4 ganci “aggressivo” dal peso contenuto 1300 gr  nella versione 26,5. Interessante il meccanismo di chiusura del gambetto che oltre ad avere il classico perno che appoggia e si incastra alla base, ha anche un “dente” che entra nello scafo nella parte superiore fatto per aumentare il livello di solidità,bloccaggio e per aumentare la trasmissione di sforzi tra gambetto e scafo. Disponibile in 3 versione – pro scout e classico – in base ai materiali usati nel gambetto e al flex.

Rimane invariata la serie zero g degli sci, grazie anche al successo riscontrato in questi anni. Ritorna invece nella linea freeride, lo storico Buskwacker con una costruzione legno carbonio che lo alleggerisce rispetto al fratello più pesante Brahma. Bonafide, Cochise e Bodacius ( che rimane della versione tutta nera full rocker dedicata ad Arne Backstrom suo ideatore nel 2011) non cambiano.

FACTION SKI

Nuovo pro model in casa Faction che grazie al duo Candide Thovex e Samuel Anthamatten è sempre più presente anche sul mercato italiano. Il C.T. 5.0 è il nuovo pro-model (122mm al centro , 183 cm e camber piatto) dedicato al forte sciatore e freestyler francese Candide Thovex le cui evoluzioni vengono effettuate su ogni tipo di terreno come si vede nel suo ultimo video sponsorizzato da Audi.

Le due famiglie principali C.T. Series e DICTATOR Series
Faction C.T. 5.0 pro model
Faction C.T. 5.0 pro model

Le due grosse famiglie si dividono in C.T. Series, composta da 4 modelli più il pro model e sono tutti orentati al freestyle ( C.T 1.0 e 2.0 ) e al freestyle backcountry ( C.T. 3.0 4.0 e 5.0) e l’impressionante DICTATOR Series, sviluppata da Anthamatten; delle vere e proprie armi da guerra per il freeride, con metallo e camber positivo sotto al piede. Anche qua 4 diverse misure con  Dictator 1.0 e il 2.0 solidi all-mountain con anima da GS e il 3.0 e 4.0 per il puro Big Mountain Freeride senza compromessi.

Faction Dictator 3.0 e 4.0
Faction Dictator 3.0 e 4.0

SALOMON

Salomon prima di ISPO 2018 ha presentato al mercato il suo attacco ibrido SHIFT. Si tratta di un attacco dal peso di 800g e con un funzionamento in salita a Pin Tech e in discesa come un qualsiasi attacco alpino grazie a un ingegnoso meccanismo per passare da ski a walk. Non ci sentiamo di rilasciare dichiarazioni senza averlo sciato prima. Nell’attesa di provarlo sul campo, ecco il video di come funziona il meccanismo del puntale per il passaggio da walk a ski e viceversa.

Condividi:

Commenti (1)


  1. Figata l’attacco Salomon. Il nuovo Mantra invece dovrei provarlo, ho amato la versione full rocker, difficilmente può essere migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top