Per una migliore esperienza, si prega di cambiare il browser in CHROME, FIREFOX, OPERA o Internet Explorer.
ISPO NEWS | SKI TRAB presenta i nuovi MAESTRO 2 e MAGICO 2.

ISPO NEWS | SKI TRAB presenta i nuovi MAESTRO 2 e MAGICO 2.

L’azienda Bormina rinnova i due cavalli di battaglia della propria collezione: il Maestro e il Magico. Stessa costruzione a 14 strati ma diverso shape e alcune soluzioni tecniche sviluppate per aumentare le performance in discesa.

Bruno Mottini, tester e sviluppatore dei nuovi Magico 2

Ski Trab, partner di Skiplace nella sezione skiplacefriend, presenta la sua quinta generazione di sci all’ISPO di Monaco, spostando l’attenzione sulla performance in discesa senza trascurare la leggerezza, punto cardine della filosofia di questa azienda. Diversi anni di sviluppo e collaborazione con guide alpine e freerider come Bruno Mottini e Giuliano Bordoni hanno reso possibile l’upgrade di questi due modelli che, pur rimanendo sci leggeri con un centro classico, beneficiano del miglioramento dello shape, della lunghezza del rocker e di un nuovo centro sci per il montaggio degli attacchi.

Marco Colombo di Ski Trab ci illustra l’evoluzione che ha portato l’azienda made in Bormio alla quinta generazione di sci

La costruzione di entrambi i modelli è la medesima: 14 strati cap dove si alternano paulonia, aramid e frassino con fibre di carbonio e vetro. una combinazione già collaudata da anni dall’azienda e volutamente riproposta perché particolarmente apprezzata per l’eccellente rapporto peso/resistenza.

Le punte sono state allungate del 38% ed al contempo il punto di massima larghezza della punta e della spatola è stato fatto avanzare, verso le estremità, del 58%.

A completamento dell’evoluzione, le code che nelle precedenti versioni erano piatte, ora si presentano leggermente rialzate per facilitare la sciata nelle nevi più profonde.

Un’altra caratteristica importante dei nuovi Magico 2 e Maestro 2 è di avere il punto di massima larghezza della punta e della spatola avanzato, verso le estremità, del 58%.

Il risultato finale è quindi quello di avere non più una spatola a forma di goccia come nei modelli precedenti, ma uno shape più progressivo che è in grado, unito ad una punta più lunga, di cambiare notevolmente l’esperienza della sciata che diviene più fluida, beneficiando di un miglior galleggiamento e di un raggio di curva più lungo.


Giuliano Bordoni guida alpina e freerider è uno dei tester e sviluppatori dei nuovi Magico 2.

Un altro cambiamento interessa il centro scarpa dello sci per il montaggio degli attacchi, spostato verso la punta di 25 mm per adattarsi alle nuove caratteristiche degli sci.

Con Magico 2 e Maestro 2 Ski Trab punta ad offrire una tipologia di sciata più vicina alla new school, coniugandola alle caratteristiche di leggerezza e affidabilità che rappresentano da sempre il suo marchio di fabbrica.

Il Maestro 2 si posizione come uno sci da touring per chi viene dal mondo gare e che vuole un attrezzo leggero in grado al contempo di permettere sciata più fluida e divertente, con un peso veramente contenuto ( siamo sempre sotto al kg ). Magico 2 è il classico sci da skitouring con diverse sfumature che possono passare dall’utilizzo in nevi fredde invernali fino alle scialpinistiche più tecniche primaverili.

SKI TRAB MAESTRO 2, caratteristiche costruttive, pesi e misure disponibili sul mercato per il 2019/2020


SKI TRAB MAGICO 2, caratteristiche costruttive, pesi e misure disponibili sul mercato per il 2019/2020

Skitrab titan vario tr, nuova talloniera

Negli attacchi il già collaudato TR2 rimane invariato. Cambia invece la talloniera del Titan vario TR, l’attacco modulare touring di Ski Trab che vi avevamo già presentato l’anno scorso e che stiamo testando approfonditamente sul campo da dicembre.

Per il 2020 Ski Trab ha pensato per Titan vario TR un cambiamento volto a recuperare una dimensione ed un look più tradizionale, con l’aggiunta alla torretta nuda e alle due posizioni alzatacco della versione attuale di una  terza posizione alzatacco, allontanandosi dalla derivazione race.

L’alzatacco viene posizionato con la classica rotazione della talloniera che ricordiamo è di tipo elastico e non sferico ( ciò significa che fino a 43° di rotazione rispetto all’asse longitudinale dello sci in fase di sciata, la talloniera rientra sempre in sede senza bloccarsi e sputare fuori lo scarpone, motivo per cui l’ attacco risulta molto più elastico rispetto ai sistemi sferici )

La nuova talloniera del Titan Vario tr

Una nuova molla di 8 mm nella piastra di regolazione della talloniera, ha la funzione di assorbire la flessione dello sci e di mantenere sempre costante la distanza tra puntale e talloniera in caso di flessione anomala o più semplicemente in situazioni di sciata particolarmente aggressiva.

Questa molla, che lavora in senso longitudinale rispetto allo sci, permette di non alterare i valori di sgancio della talloniera sia lateralmente sia frontalmente quando lo sci è inarcato.

La nuova talloniera del Titan vario tr è disponibile in 3 versioni con DIN fissi e non regolabili in questi 3 range : 5-7 din, 7-9 din, 9-11 din.

Il pacchetto Titan vario tr rimane quindi modulare come quest’anno ed è formato da : talloniera, slitta di regolazione e skistopper ( 65, 78, 85, 94 mm ) per un peso che varia dai 200 ai 290g a seconda delle opzioni desiderate.

Il video di presentazione del nuovo Magico 2 da parte di Giuliano Bordoni.
Condividi:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top